Anonimo Frastuono
Immaginare il Paesaggio

Interpretazioni e pratiche per un uso consapevole del territorio

Una rassegna multimediale di due giorni che propone proiezioni, performances e discussioni sul tema del paesaggio mettendo in relazione linguaggi differenti. Attingendo alla locuzione “anonimo frastuono” introdotta da Calvino nel suo Marcovaldo (che segnala con indicibile perizia narrativa il rapporto tra paesaggio sonoro e città e tra paesaggio sonoro e scrittura) si vuole proporre una riflessione sulla contemporaneità, su nuovi e vecchi linguaggi in relazione al paesaggio (urbano e non) in cui i segni e i significanti possano dare una chiave di lettura e di ascolto consapevole del territorio.